MMA, nuove regole sul peso: conviene ancora tagliare?

Prima di partire, consiglio a chi non fosse molto ferrato in materia la seguente lettura: Il taglio del peso negli sport da combattimento: linee guida.

9DC17231-1422-0E8C-9A0ECE4C52869398

E’ noto ormai a molti che a partire dall’evento di arti marziali miste UFC 200, 9 luglio 2016, entreranno in vigore delle nuove regole riguardanti il peso degli atleti che devono combattere. Inizialmente saranno adottate dalla Ultimate Fighting Championship, dopo probabilmente entreranno a far parte del regolamento unificato delle MMA, divenendo quindi obbligatorie in moltissime promotion professionistiche. Mossa fatta anche per sfavorire le promotion più piccole? Può darsi! Tuttavia, in questo articolo parlerò brevemente dell’aspetto nutrizionale e salutare, non di economia e marketing.

Come erano le regole prima

Per come si è fatto fino ad ora, ci si pesa semplicemente il giorno  antecedente all’incontro (30-36h prima). Poi, una volta scesi dalla bilancia si puó reidratare e guadagnare kg a volontà.

Come saranno le regole

Dal 9 luglio in poi, una settimana prima del match ci sarà una “pre-pesata”, durante la quale gli atleti non potranno avere un peso superiore oltre l’8% della propria categoria di peso. Ad esempio un fighter peso welter (max 77 kg) non potrà sforare i 77+8%, quindi una settimana prima del match potrà pesare al massimo 83,16 kg. Inoltre, fra questo primo peso e quello ufficiale (30-36 ore prima del match), verranno svolti dei controlli per assicurarsi che gli atleti non reidratino, superando questo limite dell’8%. Regole simili a quelle del Judo (IJF), dove peró il limite è più basso (5%).

Poi, una volta superato il fatidico weigh-in (pesata finale) si potrà tornare a reidratare in attesa di combattere.

Strade percorribili

Concorrenza a parte, queste regole secondo la UFC ed alcuni addetti ai lavori, andranno a salvaguardare la salute degli atleti. Ora cercheró di mostrarvi le vie percorribili dai lottatori per arrivare al peso desiderato in gara, dalla più alla meno salutare. Vi anticipo già che alcuni atleti dovranno obbligatoriamente salire di una categoria di peso, ma questo vale più che altro per coloro che tagliano moltissimi kg.

Ricordo che le metodiche per perdere peso in vista di una competizione sportiva sono due: deficit calorico (- 15/25% kcal) e taglio del peso (disidratazione), molto spesso non se ne usa solo una ma entrambe.

Bando alle ciance, ecco come potranno procedere i fighters

1) Mantenimento del peso anche in off-season e taglio moderato

L’atleta non dovrà “lasciarsi andare” col cibo anche se magari mancano diversi mesi al match, dovrà cercare di rientrare entro questo +8% scalando gradualmente l’introito calorico di settimana in settimana. Una volta superata la pre-pesata l’obbiettivo sarà il mantenimento calorico e l’inizio della disidratazione in vista del peso ufficiale pre-match. Quest’ultima, dati i kg già persi con la sola dieta, non sarà troppo aggressiva.

Bv0ejXpCcAAoGCb
Non fate come Timothy Bradley (:

2) Doppio taglio del peso

Questa è indubbiamente l’opzione più tassante per l’organismo, la seguiranno gli atleti intenzionati a combattere in una categoria di peso parecchio sotto il loro peso “reale”. Anche qui vale la stessa regola di prima sul non lasciarsi andare col cibo, in modo da mantenere un peso abbastanza fit. Qualche giorno prima della pre-pesata avrà inizio un primo taglio del peso, in modo da far rientrare l’atleta entro il limite dell’8%. Successivamente, nei giorni compresi fra la pre-pesata e quella ufficiale (weigh-in) si abbasseranno ulteriormente gli introiti calorici e si reidraterà pochissimo, perché se arrivassero a fare dei controlli ci sarebbe il rischio di sforare questo 8% e si andrebbe quindi incontro ad un possibile annullamento del match*.

Nelle 48-72h antecedenti la cerimonia ufficiale del peso ci si concentrerà molto sulle saune, in modo da perdere quanto manca per rientrare nella categoria di peso desiderata. Una volta scesi dalla bilancia, si tornerà a mangiare e bere “normalmente”, in modo da riacquistare un parte dei kg persi.

*Se alcune organizzazioni professionistiche di mixed martial arts, per motivi economici, non scegliessero di effettuare controlli fra la pre-pesata e la pesata ufficiale, si potrebbe optare per due tagli del peso veri e propri, ricorredendo quindi ad una reidratazione (solo parziale) anche dopo la prima pesata.

Esempio pratico

Day 1: Inizio primo taglio del peso
Day 2-5: Si beve meno di giorno in giorno. Si ricorre alla sauna solo se necessario.
Day 6: pre-pesata
Day 7-8: leggero calo dell'introito calorico giornaliero, si continua a bere poco (disidratazione parziale).
Day: 9-10: Saune e allenamenti con addosso vestiti pesanti per sudare il più possibile ed espellere la giusta quantitàdi liquidi.
Day 11: Weigh-in (ufficiale), al mattino si beve al massimomezzo litro d'acqua. Dopo essersi pesati si inizia a "ricaricare".
Day 12: Match

3) Graduale restrizione calorica

Esattamente come ha fatto il Dott. Capodaglio con Alessio Sakara per Bellator 152. Si arriverà al peso desiderato riducendo di settimana in settimana le kcalorie assunte, ció senza andare a lavorare minimamente sui liquidi corporei. Ovviamente è fondamentale partire a tagliare le calorie nel giusto momento, meglio non rischiare di stressare inutilmente l’organismo facendo tutto all’ultimo.

Ma quindi conviene ancora tagliare?

La risposta è sì! Anche se credo che queste nuove regole costringeranno molti atleti a tagliare meno e/o salire di categoria, il che mi rende felice. Alcuni sicuramente non penseranno più di tanto alla loro salute optando per pratiche forse anche più pericolose del taglio classico (doppio taglio del peso). Ma si sa che, indipendentemente dalle regole, chi prova a fare il furbo o a rischiare per generose borse ci sarà sempre.

Per ulteriori approfondimenti vi rimando al solito articolo.

Si ricorda che quanto scritto è puramente a scopo divulgativo, chi volesse provare la pratica del taglio del peso deve rivolgersi ad una figura di competenza. Io non mi assumo nessuna responsabilità nel caso qualcuno decida di provare questa pratica sulla propria pelle.

.

oc

.

L’articolo ti è piaciuto? Seguici su Facebook!

.

Logo Patreon

.

Referenze

Cravanzola E. – Il taglio del peso negli sport da combattimento: linee guida (2016)

Bongiorno G. – Nuove regole sul taglio del peso a partire da UFC 200 (Foxsport.it, 2016)

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...